40 anni

I nostri primi 40 anni….

 

Ormai ci siamo: la nostra società sportiva arriva al fatidico compleanno dei “suoi primi 40 anni”.
L’evoluzione della specie, oserei dire.
E’ per me un onore e un piacere essere Presidente di questa storica società padovana in questa data così ricca di significati e così ricca di contenuti.
Molti di noi, attuali dirigenti, sono cresciuti dentro queste “quattro mura” ideali, molti di noi hanno solcato il nostro campetto quando l’erba era una vaga utopia, oppure iniziato la pallavolo Juvenilia quando neanche una palestra adeguata ci poteva ospitare e ci si allenava all’aperto con una rete tirata da due ganci attaccati su un muro…..preistoria verrebbe da dire ma è proprio stato così.
Mi fa sorridere a volte vedere i nostri allenatori, atleti e atlete lamentarsi perchè magari non tutto è perfetto e la cosa che più mi diverte è che alcuni di loro hanno effettivamente vissuto “la preistoria”, ecco…magari qualche bella foto potrebbe farci riflettere e ritrovare quel bel periodo che è stato all’inizio della nostra storia.
Noi eravamo i bambini e gli adulti, in quegli ormai lontani anni 70, fondarono una piccola società di parrocchia dal nome accattivante “us Juvenilia Buon Pastore” per permetterci di giocare ed emulare gli eroi delle domeniche sportive.
Mi ricordo che una delle prime attività oltre al calcio fu la pallacanestro sia maschile che femminile che si giocava al sabato pomeriggio nel piazzale interno dei Rogazionisti. E poi il nostro settore calcio che proprio in quel periodo mieteva successi e vittorie.
Ricordi vaghi di bambino magari anche idealizzati e sognanti, come devono essere.
Sognando quei giorni …sembrano ieri
Se facessi una lista di tutti quelli che nei primi anni della società c’erano e oggi sono anocra qui a festeggiare i 40esimo compleanno, non ci credereste.
Molti di quei bambini “sognanti” come me, oggi sono cresciuti e in questi 40 vissuti assieme alla Juvenilia sono diventati genitori e addirittura nonni, sono nate famiglie e i nostri figli sono qui a solcare lo stesso campetto di 40 anni fa.
Questa è e deve restare la nostra forza: riuscire a trasferire “passione sportiva”, “passione per i ragazzi”, “ambizione a migliorare” e non “fermarsi mai” davanti alle mille difficoltà che ogni giorno ci accompagnano.
Chissà…magari i prossimi 40 anni li festeggeremo insieme ad un ragazzino o ragazzina, atleti d’oggi che ci fanno divertire in campo o in palestra ,  che un venerdì pomeriggio, tra molti anni anni, davanti ad una pagina bianca penserà di raccontare  quanta strada ha percorso e quante cose saranno cambiate da quando era un piccolo eroe della domenica.
Un sentito augurio di buon compleanno
Turetta Giancarlo

 

Dal 1972 sport per passione